Domenica 19 08 2018 - Aggiornato alle 20:03

scala_dei_turchi_set_giovane_montalbano
Fiction a... Vigàta "Il giovane Montalbano", a breve il ciak alla Scala dei Turchi

Creata appositamente lungo la strada panoramica una piazzola di sosta per consentire le immagini dall’alto della suggestiva marna bianca nella fiction televisiva propdotta dalla Palomar con Michele Riondino nel ruolo di Montalbano

- 09/01/2015

Tutto pronto per accogliere la troupe della Palomar che nelle prossime settimane sarà nell’Agrigentino per girare alcune scene della seconda serie televisiva del giovane Montalbano. Questa mattina Lillo Firetto, sindaco di Porto Empedocle e presidente del Distretto Turistico Valle dei Templi, accompagnato dal sindaco di Realmonte, Piero Puccio, hanno effettuato un sopralluogo assieme al direttore di produzione Palomar, nelle location interessate, in particolare alla scala dei Turchi dove è stata appositamente creata lungo la strada panoramica, una piazzola di sosta per consentire le immagini dall’alto della suggestiva marna bianca.

Le riprese saranno dirette dal regista Gianluca Tavarelli con gli attori Michele Riondino, attore tarantino che interpreta un giovane vice commissario Montalbano già abile nel risolvere le indagini e Sara Felberbaum, attrice londinese di nascita e italiana d’adozione, conosciuta per l’interpretazione nella serie “Elisa di Rivombrosa”, che impersona la giovane Livia, fidanzata storica di Montalbano.

Nella nuova piazzola panoramica sulla Scala dei Turchi il giovane Montalbano con la sua Livia, durante un viaggio in auto verso l’aeroporto, si fermano per ammirare il suggestivo panorama della Scala dei Turchi. Sono previste inoltre in zona, altre scene soprattutto di “interni”.

La Palomar per queste riprese sarà presente con diversi camion e automezzi ed una cinquantina di persone, tra attori, tecnici e personale della produzione per l’ambientazione delle scene nel contesto della fortunatissima serie di Montalbano. “Con le riprese del Montalbano televisivo – spiega Lillo Firetto – anche nell’area agrigentina si ricongiunge la Vigàta letteraria alla Vigàta delle fiction televisive. Una buona occasione di promozione del nostro territorio. Si apre un nuovo ciclo!”.

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione